Nuove tappe del progetto “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline”

Nuove tappe del progetto “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline”

Prosegue l’impegno delle Acli della Sardegna nel progetto intitolato “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline” avviato nel 2016 dall’Associazione Parco Molentargius, Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, Università di Cagliari, Acli Sardegna, Legambiente Circolo di Cagliari, Circolo Kayak le saline, Scout Agesci San Pio X, Comune di Elmas e finanziato dalla Fondazione con il Sud.

Si è tenuto il 18 ottobre, infatti, un incontro di monitoraggio del progetto con i referenti della Fondazione con il Sud e delle organizzazioni e associazioni partner del progetto, tra i quali Benedetta Iannelli referente delle Acli della Sardegna. I primi mesi del 2018 vedranno protagoniste le Acli della Sardegna nel coordinamento dell’azione “SULLE ALI DEI FENICOTTERI – LE ZONE UMIDE UNISCONO I POPOLI”, quattro laboratori rivolti alle comunità di immigrati provenienti da paesi del Nord Africa dove sono presenti delle zone umide (Egitto, Tunisia, Algeria, Marocco, Senegal) e alla comunità locale.incontro progetto mol.2
Queste attività laboratoriali sono finalizzate a far scoprire e valorizzare gli aspetti antropici del parco, accanto a quelli floro-faunistici, facendo emergere le potenzialità del Parco quale occasione di inclusione di queste specifiche comunità di immigrati accomunate dalla presenza nei loro paesi di zone Ramsar nei paesi di provenienza. I partecipanti conosceranno gradualmente i reciproci paesi e le tradizioni gastronomiche e artigianali legate alle rispettive zone umide.incontro progetto mol.

incontro progetto mol. 3A conclusione degli incontri e sempre nella splendida cornice del Parco di Molentargius, le Acli della Sardegna organizzeranno la Festa della Biodiversità, un momento multiculturale aperto a tutti, in cui verranno presentate le attività svolte. Durante la festa saranno esposti oggetti della tradizione artigianale e gastronomica delle comunità che hanno partecipato ai laboratori con degustazione dei prodotti tipici.

facebooktwitter
Previous Giacomo Carta eletto nuovo coordinatore nazionale dei Giovani delle Acli
Next La Riforma del Terzo Settore. A Cagliari un incontro di approfondimento con Luigi Bobba

Ti potrebbe piacere anche...

In evidenza

“AbitiAmo il riciclo”: quando l’amore per la sartoria incontra solidarietà e sostenibilità

“AbitiAmo il riciclo”: quando l’amore per la sartoria incontra solidarietà e sostenibilità. Si chiude un altro anno, il 2015. Per tutti è il momento dei bilanci, il momento di tirare

Notizie dalla regione

Sportello di ascolto in lingua russa

La sede provinciale delle Acli – Viale Marconi 4, Cagliari – ha attivato uno sportello di ascolto e sostegno psicologico rivolto a stranieri di lingua russa (Ucraina, Russia, Bielorussia). Sono numerosi infatti gli

Notizie dalla regione

Aggiornamenti dai circoli

Aggiornamenti dai circoli. L’estate è alle porte ma le Acli non vanno in vacanza. Sono ancora tante le iniziative promosse dai circoli nei territori. Ogni giorno un’attività si conclude e un’altra è subito