Nuove tappe del progetto “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline”

Nuove tappe del progetto “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline”

Prosegue l’impegno delle Acli della Sardegna nel progetto intitolato “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline” avviato nel 2016 dall’Associazione Parco Molentargius, Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, Università di Cagliari, Acli Sardegna, Legambiente Circolo di Cagliari, Circolo Kayak le saline, Scout Agesci San Pio X, Comune di Elmas e finanziato dalla Fondazione con il Sud.

Si è tenuto il 18 ottobre, infatti, un incontro di monitoraggio del progetto con i referenti della Fondazione con il Sud e delle organizzazioni e associazioni partner del progetto, tra i quali Benedetta Iannelli referente delle Acli della Sardegna. I primi mesi del 2018 vedranno protagoniste le Acli della Sardegna nel coordinamento dell’azione “SULLE ALI DEI FENICOTTERI – LE ZONE UMIDE UNISCONO I POPOLI”, quattro laboratori rivolti alle comunità di immigrati provenienti da paesi del Nord Africa dove sono presenti delle zone umide (Egitto, Tunisia, Algeria, Marocco, Senegal) e alla comunità locale.incontro progetto mol.2
Queste attività laboratoriali sono finalizzate a far scoprire e valorizzare gli aspetti antropici del parco, accanto a quelli floro-faunistici, facendo emergere le potenzialità del Parco quale occasione di inclusione di queste specifiche comunità di immigrati accomunate dalla presenza nei loro paesi di zone Ramsar nei paesi di provenienza. I partecipanti conosceranno gradualmente i reciproci paesi e le tradizioni gastronomiche e artigianali legate alle rispettive zone umide.incontro progetto mol.

incontro progetto mol. 3A conclusione degli incontri e sempre nella splendida cornice del Parco di Molentargius, le Acli della Sardegna organizzeranno la Festa della Biodiversità, un momento multiculturale aperto a tutti, in cui verranno presentate le attività svolte. Durante la festa saranno esposti oggetti della tradizione artigianale e gastronomica delle comunità che hanno partecipato ai laboratori con degustazione dei prodotti tipici.

facebooktwitter
Previous Giacomo Carta eletto nuovo coordinatore nazionale dei Giovani delle Acli
Next La Riforma del Terzo Settore. A Cagliari un incontro di approfondimento con Luigi Bobba

Ti potrebbe piacere anche...

Notizie dalla regione

Sardegna, lavoratori domestici: più 2571 occupati nel 2015

Sardegna, lavoratori domestici: più 2571 occupati nel 2015. Da alcuni anni le Acli provinciali di Cagliari stanno analizzando e monitorando la situazione del lavoro domestico in Sardegna, con l’obiettivo di favorire

Notizie dalla regione

Non mangiamoci la Terra! Abitiamola con cura!

In preparazione all’evento “Radicati nella Terra per un nuovo umanesimo” – 14-15 novembre 2015, le Acli Provinciali di Cagliari e Ipsia Sardegna, in collaborazione con Acli Terra, organizzano un incontro di formazione

Notizie dalla regione

Il circolo Acli Senorbì presenta “Is bidrureddas e sa vida in su sattu”

Il Circolo Acli Senorbì presenta i Plastilibri di Monica Tronci “Is bidrureddas e sa vida in su sattu”, filastrocche in sardo campidanese e illustrazioni di plastilina sugli animali di campagna.  Martedì