Riparte la campagna “Diritti in piazza”

Riparte la campagna “Diritti in piazza”

Le Acli provinciali di Cagliari scendono nuovamente in piazza per ascoltare, informare e sensibilizzare i cittadinibanneraclica sulle problematiche del mondo del lavoro e della previdenza, sulla fiscalità e sull’associazionismo. Il primo appuntamento è al mercato di San Benedetto di Cagliari – ingresso Via Tiziano – la mattina di sabato 30 maggio.

Durante la campagna itinerante, rivolta a disoccupati, famiglie e anziani, i volontari presenteranno ai cittadini i propri servizi, tra cui:

  • i servizi gratuiti di consulenza giuridica e psicologica;

  • i servizi di assistenza fiscale;

  • i servizi di assistenza previdenziale.

Il tour nei mercati sarà anche l’occasione per far conoscere al pubblico tutte le altre iniziative portate avanti come lo Sportello Europa, da qualche mese divenuto anche Youth Corner informativo, punto di accoglienza nel quale gli interessati possono acquisire le informazioni utili e necessarie a valutare l’adesione al Programma Garanzia Giovani e a conoscere i servizi e le misure a disposizione.

Visualizza o scarica la locandina dell’evento

facebooktwitter
Previous Discorso di Papa Francesco alle Acli
Next Laboratorio di fotografia

Ti potrebbe piacere anche...

Notizie dalla regione

#Giovani: L’Europa siamo noi

#Giovani: L’Europa siamo noi. Il 3 maggio 2016, alle ore 18.00 in via Crispi n. 12 a Cagliari, si terrà il seminario  informativo #Giovani:L’Europa siamo noi, organizzato dalle Acli Provinciali di Cagliari

Notizie dalla regione

Povertà assoluta: interventi e politiche attuate

Povertà assoluta: interventi e politiche attuate «I dati Istat relativi al 2014 confermano che la povertà assoluta dall’inizio della crisi è più che raddoppiata», commentava Gianni Bottalico – coordinatore nazionale

Notizie dalla regione

Corso di lingua rumena e sportello di ascolto “Mai aproape de Romania”

Corso di lingua rumena e sportello di ascolto “Mai aproape de Romania” alle Acli provinciali di Cagliari. Il corso di lingua e cultura rumena sarà tenuto da una docente madrelingua, avrà una