Nuove tappe del progetto “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline”

0
5

Prosegue l’impegno delle Acli della Sardegna nel progetto intitolato “Salvaguardia e valorizzazione della biodiversità tra passato remoto e presente nel Parco naturale regionale Molentargius-Saline” avviato nel 2016 dall’Associazione Parco Molentargius, Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, Università di Cagliari, Acli Sardegna, Legambiente Circolo di Cagliari, Circolo Kayak le saline, Scout Agesci San Pio X, Comune di Elmas e finanziato dalla Fondazione con il Sud.

Si è tenuto il 18 ottobre, infatti, un incontro di monitoraggio del progetto con i referenti della Fondazione con il Sud e delle organizzazioni e associazioni partner del progetto, tra i quali Benedetta Iannelli referente delle Acli della Sardegna. I primi mesi del 2018 vedranno protagoniste le Acli della Sardegna nel coordinamento dell’azione “SULLE ALI DEI FENICOTTERI – LE ZONE UMIDE UNISCONO I POPOLI”, quattro laboratori rivolti alle comunità di immigrati provenienti da paesi del Nord Africa dove sono presenti delle zone umide (Egitto, Tunisia, Algeria, Marocco, Senegal) e alla comunità locale.incontro progetto mol.2
Queste attività laboratoriali sono finalizzate a far scoprire e valorizzare gli aspetti antropici del parco, accanto a quelli floro-faunistici, facendo emergere le potenzialità del Parco quale occasione di inclusione di queste specifiche comunità di immigrati accomunate dalla presenza nei loro paesi di zone Ramsar nei paesi di provenienza. I partecipanti conosceranno gradualmente i reciproci paesi e le tradizioni gastronomiche e artigianali legate alle rispettive zone umide.incontro progetto mol.

incontro progetto mol. 3A conclusione degli incontri e sempre nella splendida cornice del Parco di Molentargius, le Acli della Sardegna organizzeranno la Festa della Biodiversità, un momento multiculturale aperto a tutti, in cui verranno presentate le attività svolte. Durante la festa saranno esposti oggetti della tradizione artigianale e gastronomica delle comunità che hanno partecipato ai laboratori con degustazione dei prodotti tipici.

Facebooktwitter