Ad Arezzo l’Incontro di Studi Acli 2015

108

Giustizia e Pace si baceranno. Ridurre le disuguaglianze per animare la democrazia”. È questo il titolo dell’Incontro nazionale di studi 2015 delle Acli che si svolgerà ad Arezzo dal 17 al 19 settembre prossimi.


Un programma, nel quale si alternano momenti di studio e di dibattito, di spettacolo e di preghiera. Saranno tanti gli interventi da parte di studiosi, testimoni della società civile, del mondo politico ed ecclesiale.

«L’Incontro di studi 2015 – spiega Roberto Rossini, responsabile Ufficio Studi Acli nazionali – si concentra sulla giustizia sociale, perché osserviamo la forte crescita delle disuguaglianze che rompono la coesione sociale e pongono in stallo la democrazia che regola il nostro convivere.

Sulla base dell’esortazione all’impegno ed all’assunzione di responsabilità nel mondo attuale, che Papa Francesco ha rivolto alle Acli nell’udienza del 23 maggio scorso per il Settantesimo dell’Associazione, crediamo che, per gettare delle fondamenta di giustizia, il nostro primo compito è riscoprirci popolo, appartenenti ad un comune destino. Dobbiamo passare – afferma Rossini – dal “non mi riguarda” al “mi preoccupo dell’altro”. Per questo è essenziale il ruolo politico e non solo esecutivo, dei corpi intermedi, che sono in grado di essere collante tra le persone».

Nel Manifesto di presentazione del tema dell’Incontro, si parla delle fondamenta che dobbiamo gettare per creare una giustizia e quindi «passare dal “non mi riguarda” al “mi preoccupo dell’altro”… Serve l’impegno per una rivoluzione relazionale che ci permetta di riscoprire l’appartenenza a un comune destino. Per questo è essenziale il ruolo politico e non solo esecutivo, dei corpi intermedi, che sono in grado di essere collante tra le persone e che diventano filtro e ammortizzatore tra i singoli cittadini e le istituzioni».

Testi di riferimento e di approfondimento:

– volume “Giustizia e pace si baceranno” a cura della Funzione Studi delle Acli

Atlante delle disuguaglianze

Manifesto di presentazione del tema

Fonte: www.acli.it

Facebooktwitter