“Migrazione di Conoscenza”. Un progetto per imparare a comprendere e dialogare con l’altro

119

Ogni giorno, soprattutto negli ultimi tempi, sentiamo continui attacchi verso l’Altro. Un Altro che spesso non conosciamo e del quale non conosciamo la storia. Per questo abbiamo bisogno che le conoscenze migrino e ci facciano riflettere sul concetto di conflitto e sull’importanza del dialogo come possibile soluzione alle dinamiche conflittuali.

Da queste riflessioni è nato il progetto“Migrazione di Conoscenza”, iniziato a ottobre 2015 e finanziato dalla Fondazione con il sud. L’idea è nata dall’incontro delle Acli Provinciali di Cagliari e ProMeSa (Promozione del Mediterraneo e della Sardegna), associazioni con rilevanti esperienze in materia di progetti di inclusione sociale e di capacità di coinvolgimento dei giovani, e l’Istituto scolastico Liceo Scientifico Michelangelo di Cagliari.

La scuola è il luogo in cui i giovani diventano adulti. Il luogo in cui gli studenti hanno l’opportunità di esprimersi e stabilire relazioni importanti. Se si vuole trasmettere il messaggio del dialogo come strumento di prevenzione e risoluzione dei conflitti, non potevamo che partire da qui” , afferma la coordinatrice del progetto Benedetta Iannelli (Acli Provinciali di Cagliari).

In particolare, il progetto si articola in due macro attività che si sviluppano parallelamente. La prima consiste nella concessione di una borsa di studio ad una studentessa del Liceo Michelangelo, Veronica Pinna, per frequentare il quarto anno di liceo nella cornice del borgo aretino di Rondine Cittadella della Pace. La giovane, ha modo di seguire il programma ministeriale e, al contempo, partecipare ad attività finalizzate alla responsabilizzazione e alla condivisione del messaggio di pace e dialogo, appreso in un contesto multiculturale nel quale ragazzi provenienti da paesi in conflitto convivono e svolgono insieme le loro attività quotidiane.

La seconda prevede sia momenti di informazione e formazione, che contemporaneamente, vedranno coinvolti la giovane studentessa, i compagni di classe e i compagni di scuola, sia attività di promozione e comunicazione del progetto.

Alla fine del progetto, che si concluderà il prossimo Ottobre, sono previsti incontri di disseminazione finalizzati a condividere i risultati raggiunti e creare un impatto nel territorio.

Attualmente sono in corso di svolgimento delle sessioni di attività di educazione non formale che vedono coinvolti gli studenti della classe 4 A del Liceo Michelangelo e che, in futuro vedranno coinvolti anche gli altri compagni di scuola. Attraverso laboratori e incontri formativi incentrati su temi pace, conflitto, diversità e legalità, i formatori stimolano gli studenti a interrogarsi, riflettere e confrontarsi “dialogando”.

Il progetto può essere seguito nel blog: http://www.esperienzeconilsud.it/migrazionediconoscenza/ o nella pagina Facebook “Migrazione di Conoscenza”.

Facebooktwitter