Workshop “Destinazione Canarie: cultura, tradizioni e vantaggi fiscali”

142
Le Isole CanarieIslas Canarias in spagnolo, sono un arcipelago di 8 isole, situate nell’oceano Atlantico al largo del Marocco, poco più a nord rispetto al Tropico del Cancro (pensate che hanno la stessa latitudine dei Caraibi) e formano una comunità autonoma della Spagna. Durante il workshop tenutosi ieri nella nostra sede Acli, Isabel Vera, insegnate di spagnolo ed esperta in turismo, nonché originaria delle Canarie, con i suoi racconti ci ha catapultato sulle isole, note soprattutto per essere di origine vulcanica con spiagge di sabbia bianca e nera, ma anche ricche di storia e tradizioni secolari. Le isole per ordine di estensione, sono Le isole godono di un clima molto mite durante tutto l’anno che può essere però, grazie all’influenza degli alisei, molto secco oppure piuttosto umido.
Gran Canaria
Nel corso del workshop ci si è soffermati prevalentemente sull’isola Gran Canaria, un luogo magico pieno di città, paesi e paesaggi meravigliosi da esplorare in coppia, con gli amici, in compagnia della famiglia o addirittura da scegliere come meta per godersi la meritata pensione. Un piccola isola dalla forma arrotondata che raggiunge il suo punto più alto con i 1.949 metri del Pico de Las Nieves. Costellata di aree protette, l’isola genera cartoline da ricordare, come il Roche Nublo, una roccia emblematica situata al centro dell’isola  a 1.813 metri sul livello del mare, che presiede la cima tra le brume di uno spettacolare fenomeno chiamato “mare di nuvole” con vista sul Teide.  
Los Guanches
I Guanche, a quanto si sa, sono i primi abitanti dell’isola. Nonostante la loro origine sia ancora incerta,  si tende però a definirla “protoberbera” in quanto, arrivarono molto probabilmente dal nord Africa. I Guanches erano dei primitivi, abitavano le caverne, non erano evoluti e vivevano ancora all’età della pietra, come testimoniano le numerose tracce lasciate. Scomparvero con la colonizzazione spagnola. Il sito archeologico più rappresentativo di Gran Canaria è la Cueva Pintada, un museo e parco archeologico situato su uno scavo artificiale in un tufo vulcanico con pitture rupestri al suo interno. Gran Canaria è cultura e tradizioni, buon cibo e divertimento. Oltre i musei archeologici, i parchi naturali  e le spiagge, è anche un’isola la cui gastronomia si basa sui prodotti  della terra. Gli agricoltori dell’isola coltivano la frutta e la verdura che contribuiscono alla preparazione di gustose minestre e brodi.  La cuochina sopraffina Papas arrugadas con mojo picon, un piatto a base di patate e salsa piccante, è la bandiera del patrimonio culinario delle Canarie. A Gran Canaria il divertimento è strettamente legato alla simpatia della sua gente. Il repertorio festivo inizia con i festeggiamenti del carnevale in stile caraibico: è una festa senza fine che dura oltre un mese ed è anche uno dei più importanti al mondo. Nel corso della serata, abbiamo ascoltato la testimonianza di Salvatore, pensionato, che insieme alla moglie ha vissuto 6 mesi nell’isola. Ha raccontato la sua esperienza, dato informazioni su come muoversi per ottenere il NIE (numero Identidad extranjero) un codice fiscale obbligatorio per chiunque voglia rimanere sull’isola, a chi rivolgersi per affittare un appartamento e messo in guardia da chi diffidare. La criminalità alle Canarie è pari a zero: si può tranquillamente passeggiare a tarda notte senza temere di essere aggrediti. Solo negli ultimi tempi si sono verificati sporadici casi di scippi o furti in appartamento. Un punto forte delle Canarie è il loro vantaggioso regime fiscale, motivo per cui sempre più italiani, stanno scegliendo di trasferirsi o fare impresa. Basta pensare che nel 2017 si son registrati ben 4.153 italiani residenti!
Gran Canaria
Trasferirsi alle Canarie
Le Canarie hanno titolo di “Estrema Periferia d’Europa”. Con questo termine si identificano alcune zone europee che, per la loro distanza dal centro, con i conseguenti maggiori costi per trasporti, dislocamenti e approvvigionamenti, devono offrire a cittadini e imprese alcuni vantaggi per diminuire gli inconvenienti della posizione geografica. L’I.V.A. è stata sostituita da una tassa locale chiamata I.G.I.C. (Imposta Generale delle Isole Canarie) la cui aliquota nel 2019, dal 7%  è scesa allo 6,5% . Il REF (Regime Economico e Fiscale delle Isole Canarie) prevede vari incentivi fiscali per la creazione e sviluppo di nuove imprese autorizzate dall’Unione Europea e dalla legge spagnola per compensare la propria posizione geografica. Un altro vantaggio del vivere nella Canarie è il sistema di continuità territoriale spagnola che non privilegia solo una compagnia aerea ma si applica a tutte indistintamente, comprese le low cost. Questo si traduce in più concorrenza sulle tratte e costringe tutti i vettori a tenere i prezzi bassi. Inoltre, si applica da qualsiasi aeroporto nazionale. La continuità spagnola vale anche per il trasporto marittimo. Il clima, le tradizioni e la cultura, il buon cibo e il divertimento, gli incentivi fiscali e l’ospitalità della gente hanno reso le Isole Canarie un luogo ideale dove poter vivere. Perché le Canarie non sono solo delle belle isole, le Canarie sono vita.
Facebooktwitter